Seleziona una pagina
Al T. Bistrot by Vezzoli i piatti cambiano secondo stagione ed estro, tra sapori contemporanei e fusioni orientali, frutto dei viaggi di Umberto Vezzoli. Ideale per una colazione di lavoro, per una cena

Moderno locale a porta Vittoria a due passi dal Palazzo di Giustizia e da San Babila, T. Bistrot by Vezzoli conta due salette, compreso bar, una dozzina di tavoli; accogliente, toni grigi e bianchi, tavoli curati, pareti rivestite con doghe e arredate con bottiglie di vino. Qui si viene per una colazione di lavoro, per la cenetta che rinsalda affetto e amicizia. Domenica mattina anche famiglie con bambini per il brunch. Umberto Vezzoli (nella foto, al centro) ha girato il mondo nei migliori luoghi d’arte culinaria.

Ora per il suo nido ha scelto il centro della grande Milano, in una strada un po’ appartata; sembrerebbe riservato agli amici o comunque a chi sa comprendere la passione e l’energia che lo stimola. Contrariamente alle apparenze lo definisco trattoria per la lunga esperienza del cuoco proprietario, per le scelte provocatorie di una cucina semplice e completa, per i piatti che variano ogni giorno e meritano un solo aggettivo: indimenticabili.

Vezzoli così definisce il menu: «richiama sapori nuovi della cucina contemporanea, con aromi e profumi accostati a una cucina del territorio, fusioni orientali nelle cotture e nei condimenti. Con un tocco di provocazione ho cercato un equilibrio nel rispetto della cucina mediterranea». I piatti cambiano secondo stagione ed estro. Dalla sua esperienza internazionale troviamo il Club Sandwich al granchio con avocado, bacon croccante e uova al tartufo. In questo periodo fa un omaggio a il mio Rossini con tamburello di tonno con spinaci e foie-gras. Stupisce positivamente l’angolo riservato alle uova al taglio classico, ormai dimenticate sulle tavole: uova al tegame con tartufo; delizia d’uovo in camicia con patate, funghi e tartufo. Difficile fare una scelta di piatti, anche solo esemplificativa. 

Carosello di pesci affumicati con insalata di agrumi e Gomasio; sfera di manzo marinato con mozzarella di bufala e salsa tonnata delicata. Tortelli di Chianina e cardoncelli alla crema rustica e nocciole; paccheri al pesto saltati con straccetti di manzo saltati. Pescatrice in guazzetto di pomodorini, olive nere e bruschette al pesto; guancia di manzo con schiacciata di patate e tartufo. Golosi dolci oltre a una fresca e gradevole tagliata di frutta al bicchiere. Accurata carta dei vini con oltre 30 tra le migliori etichette delle regioni più vocate, compresi i piccoli vignaioli; in particolare Vigne di San Pietro di Carlo Nerozzi e Costaripa di Mattia Vezzola. Non fa chiusura settimanale. Bene prenotare. Ambasciatore delle Arti: Umberto Vezzoli suggerisce la visita all’adiacente chiesa di San Pietro in Gessate, un gioiello del ‘400 lombardo. 

bistrot-vezzoli-piatto umberto-vezzoli-e-brigata